serrature-porte-blindate

Tra i vari modelli di porte blindate che possono essere presi in considerazione per rendere più sicuro un edificio, quelli a due ante si fanno apprezzare in particolare in presenza di ingressi molto ampi, per la loro capacità di proteggere con successo entrate anche molto estese.

 

 

Quando si ha la necessità di chiudere un garage o un ingresso particolarmente ampio, il ricorso ai portoncini blindati classici può non rappresentare la soluzione più adatta; è consigliabile, invece, affidarsi alle porte blindate a due ante, che – come si può intuire – si caratterizzano per un’apertura a due porte grazie a cui si riesce a proteggere qualsiasi tipo di entrata a prescindere dalla sua estensione. Queste porte blindate sono realizzate con materiali in grado di durare a lungo nel tempo e di resistere alla corrosione inevitabile che si manifesta con il trascorrere degli anni, anche per effetto degli agenti atmosferici. Un esempio tra i tanti è quello offerto dall’acciaio rinforzato, ma più in generale si fa affidamento su metalli testati per le loro proprietà antieffrazione.

Ovviamente, la resistenza agli urti è una delle peculiarità più importanti di queste porte blindate. Ma come si fa a scegliere la soluzione più in linea con le proprie esigenze e capace di adattarsi alle caratteristiche del luogo che bisogna proteggere? Il consiglio è quello di tenere sempre a portata di mano il progetto tecnico, e inoltre vale la pena di prestare attenzione alle indicazioni e ai suggerimenti che vengono forniti da installatori e costruttori del settore. Il mercato mette a disposizione un ricco e variegato assortimento di modelli, che differiscono gli uni dagli altri non solo per i materiali con cui sono realizzati, ma anche per il senso di apertura. Quest’ultimo aspetto potrebbe sembrare di secondaria importanza, ma in realtà è molto rilevante perché consente di compiere una scelta consapevole e intelligente.

Non è detto che le due ante siano sempre simmetriche tra di loro: in molti casi può accadere che l’anta di destra sia più stretta rispetto a quella di sinistra o viceversa; in tali circostanze la chiusura e l’apertura non sono molto diverse da quelle di un portone di ingresso tradizionale. In alcune porte blindate a due ante, poi, la parte superiore dell’ingresso può avere una piccola finestra, magari a forma di arco per un effetto estetico di sicuro impatto.

Non è raro che le porte blindate a due ante vengano installate in corrispondenza di ingressi che danno su un giardino e non direttamente sulla strada. In vista di un acquisto razionale e soddisfacente, è sempre fondamentale riuscire a bilanciare le esigenze di sicurezza con quelle estetiche, tenendo presente che i portoncini con parti in vetro si dimostrano più fragili rispetto a quelli blindati, che risultano più massicci, meno facili da infrangere.