Come negozio di pavimenti in legno in provincia di Udine non smettiamo mai di ripeterlo: il parquet è un materiale che si presta ad ogni tipo di ambiente. Da maggior calore e comfort ad un’abitazione privata, migliora il profilo aziendale di un hotel, ed ovviamente da un tocco in più anche alle attività commerciali come uffici o negozi. Ebbene Sì, si può installare il parquet anche in ufficio, basta conoscere alcune accortezze utili a mantenere sempre bello anche in un ambiente con un intenso via vai di persone. In questo articolo ci occuperemo propri di questo, di come scegliere l’essenza più adatta alla posa del parquet in un ufficio oppure come optare per alternative validissime al parquet tradizionale.

Nel farlo dovremo fare un’opportuna distinzione tra due casistiche: il caso di un ufficio aperto al pubblico, con molte persone, magari un open office, ed il caso di un ufficio privato presso la propria abitazione, il cosiddetto home studio.

Parquet in legno per il proprio home studio

Nel caso del home office o home studio, la scelta del parquet si rivela meno problematica in quanto possiamo decidere per le essenze più comunemente utilizzate per l’uso domestico, senza preoccuparci  che si usuri pian piano. In questo caso la scelta sarà più che altro dettata dallo stile che vogliamo conferire al nostro ufficio e per tanto la selezione si rifarà al nostro gusto personale. È comunque opportuno tenere conto di quanti clienti ci visitano durante la giornata. Se lavoriamo per lo più “in solitaria” la scelta dell’essenza legnosa sarà quasi completamente libera.

Pavimenti in legno per il proprio ufficio o open space office

Se il nostro ufficio è al di fuori della nostra abitazione ed è frequentato da più persone allora sarà opportuno che l’essenza lignea sia particolarmente resistente. Per quanto concerne il pavimento in legno “tradizionale” le opzioni più resistenti sono il wengè, l’aframosi, il doussie, il merbau, il rovere ed il merbau. È inoltre possibile incrementare la resistenza di questi pavimenti già di per se molto duri con dei trattamenti specifici come delle verniciature realizzate da esperti posatori.

Quale budget per il pavimento in legno?

Le essenze lignee che abbiamo appena nominato fanno capo al “vero” parquet, quello tradizionale. Il “vero” parquet ha il vantaggio di essere più bello e più caldo ma ha lo svantaggio di essere più costoso.

Pavimento laminato

È costituito da tavole realizzate con resine e fibre di legno, sulle quali è adagiato un film adesivo che va a riprendere l’aspetto tradizionale di un pannello in legno. Quando si compra un pavimento laminato si deve prestare attenzione alla classe di resistenza, affinchè sia molto elevata. Per un ufficio le classi di resistenza suggerite sono la classe AC4 o AC5 indicate per i pavimenti ad uso commerciale. Acquistare un pavimento laminato di classe inferiore ci espone al rischio che le tavole a lungo andare cedano e si spezzino sotto il peso quotidiano che si trovano a sopportare.

Pavimento vinilico

Un altro tipo di pavimentazione che va ad imitare il parquet è il pavimento vinilico realizzato in pvc, un materiale plastico dall’elevata resistenza che si presta a tantissimi utilizzi. È impermeabile quindi non ci danneggia con l’acqua ed è anche estremamente facile da pulire.

Optare per queste alternative al parquet tradizionale ritorna utile anche nel caso in cui l’umidità presente nell’ambiente, potrebbero andare a danneggiare il parquet.